Prato: La Toscana civica punta su sanità e lavoro

A sostegno di Ceccardi candidati della società civile per il voto dei liberal. Capolista Enrico Albini: “Polo oncologico al vecchio ospedale”

Il capolista è il medico in pensione Enrico Albini, che è stato anche consigliere comunale di maggioranza quando governava il centrodestra con Roberto Cenni sindaco. Albini ha posto al centro del suo impegno la sanità. La proposta è quella di dare vita “a un polo oncologico nel vecchio ospedale in modo da valorizzare una delle eccellenze pratesi”. Altra candidata è Sandra Pitigliani, pensionata: anche lei punta tutto sulla sanità. Il terzo in ordine di presentazione è Gualberto Seri, imprenditore e consigliere a Vaiano, segretario provinciale di Cambiamo con Toti, che ha tra gli obiettivi turismo e infrastrutture: “Ritengo siano due risorse importanti e da potenziare. Un esempio su tutti: la 325 e la necessità di portare la fibra ottica in vallata”. Luigina Cersosimo è impiegata del terzo settore e condurrà una campagna elettorale basata sull’ascolto dei cittadini: “Stare in mezzo alle persone è fondamentale per tornare ad avere credibilità”. Gaetano Balsamo, imprenditore, punterà sul sostegno alle aziende, soprattutto nel dopo Covid: “Sostegno economico e formazione sono le parole chiave per potenziare l’impresa”. Mirushe Koci, impegnata nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, si impegna soprattutto sul tema dell’immigrazione e del sociale.

LA NAZIONE: www.lanazione.it/prato/cronaca/la-toscana-civica-punta-su-sanit%C3%A0-e-lavoro-1.5459093

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *